Osservatorio

Martedì, 12 Febbraio 201920190212

** O A R P A F ** OSSERVATORIO ASTRONOMICO REGIONALE PARCO ANTOLA COMUNE di FASCIA (GE)   Il particolare degrado ambientale, con l'abbandono della montagna, ha reso l' Alta Val Trebbiauna delle zone meno soggette all'inquinamento luminoso tant'è che,nelle immagini notturne riprese dai satelliti artificiali,la nostra zona appare completamente buia se confrontata con le città, la costa o la pianura padana. Nel 1998 l'allora sindaco Filippo TIRINI, ebbe l'idea di costruire un Osservatorio Astronomico nel Comune, in località Casa del Romano, il centro abitato più alto del Comune a 1.410 m. slm; un sito ritenuto idoneo per l'assenza di inquinamento luminoso e per l'ampio orizzonte, aperto specialmente verso sud. La progettazione e Direzione Lavori fu affidata allo Studio "TEC", degli Architetti TAVERNA & CANONICI di Genovamentre la costruzione è a cura della Ditta "CESAG Costruzione srl" di Genova. Calendario delle Visite estive e Prezzi: "TABELLA" Andamento fotografico: "FOTO COSTRUENDO OSSERVATORIO" Per poter avere un'adeguata assistenza tecnico-scientifica e per la relativa futura gestione, venne contattata l'Associazione URANIA di Genova, una tra le più vecchie associazioni di Astrofili in Italia essendo stata costituita a Genova nel 1951 e l'unica a svolgere, da molti anni, la propria attività specialmente in alta Val Trebbia dove vi organizza delle conferenze e delle serate osservative. Inoltre organizza normali Corsi di aggiornamento per insegnanti, Conferenze pubbliche e, prima in Italia, tiene dei Corsi di Astronomia sin dal 1998 a favore dei bambini di età prescolare(scuola dell' Infanzia per i bimbi dei 5 anni) e scuola dell'obbligo.        Ma perchè costruire un Osservatorio a Fascia ?L'Alta Val Trebbia ligure è costituita da Comuni montani con tutti i problemi ambientali e morfologici che oggigiorno affliggono le zone montane, le più degradate.Le attività agricole, principale fonte di reddito nel passato, sono oramai ridotte al lumicino e l'alternativa, per un minimo di sopravvivenza locale, è oggi rivolta al turismo ed una struttura di notevole attrazione consente di organizzare visite guidate, conferenze specifiche, convegni e/o pacchetti turistici appoggiandosi alle realtà turistiche locali (ristoranti e alberghi) per accogliere scolaresche e visitatori con una positiva ricaduta in valle, grazie ad un binomio vincente: le attività scolastiche di URANIA e le proposte del Parco Antola.     Associazione UARNIA Via Molassana, 32/1 16138 GENOVA e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloake1f54612af15ad8a81133c46736510ee').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addye1f54612af15ad8a81133c46736510ee = 'associazioneurania' + '@'; addye1f54612af15ad8a81133c46736510ee = addye1f54612af15ad8a81133c46736510ee + 'tiscali' + '.' + 'it'; var addy_texte1f54612af15ad8a81133c46736510ee = 'associazioneurania' + '@' + 'tiscali' + '.' + 'it';document.getElementById('cloake1f54612af15ad8a81133c46736510ee').innerHTML += ''+addy_texte1f54612af15ad8a81133c46736510ee+''; Telefoni:Direzione 347.4038236 -*- Segreteria 347.0652501 -*- Divulgazione 347.0652501 -*- Didattica 339.4708921 Simple Image Gallery Extended jQuery(document).ready(photoSwipeSige(".sige_swipe_0", ".sige_swipe_single_0"));

Venerdì, 02 Novembre 201820181102

  Fascia è uno degli otto Comuni della Comunità Montana Alta Valtrebbia" (Torriglia, Montebruno, Rondanina, Propata, Fascia, Fontanigorda, Rovegno, Gorrento) la quale si estende sino al confine piacentino e prende il nome dall'omonimo fiume Trebbia; uno dei meno inquinati d'Italia. Il Trebbia nasce dal monte Prelà (Torriglia) e dopo aver percorso tutta la Val Trebbia, pressochè parallelo alla Statale 45 Genova-Piacenza, va a sfociare nel Po. Il Comune di Fascia probabilmente prende il nome dalle tipiche fasce che caratterizzano il territorio ligure; piccoli lembi di terra sorretti da muretti in pietra per poter sfruttare l'impervio terreno montano .La superficie comunale (11,41 kmq) si sviluppa in una stretta lingua di boschi dal fiume Trebbia, in fondovalle sulla SS.45, località Beinaschi (m. 598), sino al Passo del Romano (m. 1.407), sul contrafforte Antola-Alfeo; spartiacque tra il bacino del Trebbia e quello del Borbera. Qui al Passo del Romano si congiungono tre Provincie di tre Regioni diverse: Alessandria, Genova e Piacenza. Lungo tutto il territorio comunale si snoda la tortuosa strada provinciale n. 16 attraverso fitti boschi di castagneti e squarci panoramici sulla vallata del torrente Cassingheno e collega praticamente tutti i centri abitati del Comune. Lasciata la SS.45 Genova/Piacenza in località Beinaschi, iniziando a salire sulla sinistra, si incontra la prima frazione di Cassingheno (m.887), poi la breve diramazione che porta a Carpeneto (m. 907) ove ha sede il Municipio, per continuare a salire con scorci sempre più panoramici, sino a Fascia capoluogo (m. 1.118) ed alla Casa del Romano (m.1.406) con intervalli di circa 4 km. tra un centro e l'altro.Ulteriore informazione per il Servizio Pubblico dell' ATP - Azienda Trasporti Provinciali SpA. Da qui si ha l'opportunità di scendere a Torriglia, via Propata, o in val Borbera, raggiungendo Vignole Borbera (autostrada A7) attraverso Carrega e Cabella Ligure. Il territorio è immerso in un mare di verde il cui panorama si può godere appieno dalle vetrate del Ristorante "Dei Lilli" a Fascia, dominando l'intera valle del Cassingheno sino ai lontani monti della Val d'Aveto, od ancor meglio dalla terrazza della Casa del Romano. Una volta le fasce erano tutte coltivate ed i nostri boschi erano ben curati con abbondanza di castagne e cacciagione mentre oggi, con il continuo degrado della montagna ed il relativo abbandono, la caccia è praticamente limitata ai cinghiali o al pochissimo ripopolamento faunistico. L'abbandono del bosco porta al suo impoverimento tantè che il taglio della legna come la raccolta delle castagne avviene solo ad uso famigliare mentre rimangono particolarmente rinomati per la loro fragranza e bontà i funghi porcini, la cui degustazione è sempre apprezzata a Fascia, ristorante "Dei Lilli" e alla "Casa del Romano", omonimo ristorante con alloggio.
torna all'inizio del contenuto